venerdì, Aprile 19

La paleoantropologia

La paleoantropologia è un sotto settore dell’archeologia preistorica. In questa branca, gli archeologi studiano un periodo lungo milioni di anni, che va dai nostri primi antenati ominini fino all’inizio dell’epoca storica conosciuta. Questa disciplina  studia i resti fossili dell’uomo e dei tipi umani ormai estinti e si integra anche con lo studio del clima, della flora, della fauna, della cultura materiale e delle credenze magico-religiose delle popolazioni scomparse.

La convenzione archeologica ha suddiviso questo lungo arco di tempo in tre epoche:

– il Paleolitico, o Età della Pietra antica, che va da circa 3,5 milioni di anni fa a un qualche punto tra i ventimila e i dodicimila anni fa; il termine varia a seconda che si tratti di Africa, Europa o Asia;

– il Mesolitico, o Età della Pietra di mezzo, che continua fino a circa diecimila anni fa;

– il Neolitico, o Età della Pietra nuova, che si estende fino a circa quattromilacinquecento anni fa.

La famiglia più famosa di questa settore dell’archeologia preistorica è senza dubbio quella dei Leakey. Louis e Mary Leakey ne rappresentano la prima generazione; loro figlio Richard e sua moglie Meave la seconda, mentre Louise – nipote di Louis e Mary, la terza.

Louis, cresciuto in Kenya, fu tra i primi a sostenere che le origini dell’umanità andassero ricercate in Africa e non in Asia, come invece voleva la teoria generalmente accettata fino ad allora. Dimostrò di avere ragione, anche se ci volle del tempo perché gli altri si convincessero del suo punto di vista. La tesi fu confermata dalle scoperte compiute da lui e da Mary a partire dal 1948, ma soprattutto dal 1959 in poi.

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights