giovedì, Giugno 20

Biologia

Alcune cose che (forse) non sapete sulla  riproduzione
Biologia, Scienza

Alcune cose che (forse) non sapete sulla riproduzione

Come ogni creatura vivente anche l'uomo per assicurare la sopravvivenza della specie deve riprodursi e lo fa attraverso l'accoppiamento sessuale. Con il trascorrere del tempo il sesso ha assunto una valenza più legata alla soddisfazione del desiderio e del piacere che all'atto riproduttivo, ma questo è un altro discorso che magari affronteremo in un prossimo articolo. Una delle cose che forse non sapete è che fino a pochi anni fa non sapevamo cosa fosse responsabile della nascita di un maschietto o di una femminuccia. Il gene della determinazione del sesso Fin dal 1959 era noto che nei mammiferi il cromosoma Y contiene un gene determinante per lo sviluppo del testicolo e quindi per il differenziamento del fenotipo sessuale. Occorrerà però aspettare il 1990 qu...
I disturbi del  sonno
Biologia, Medicina, Scienza

I disturbi del sonno

Dormire è una necessità inderogabile per rigenerare corpo e mente, eppure un numero sempre crescente di persone soffre di una vasta gamma di disturbi del sonno che si riflettono pesantemente sulla qualità della vita e talvolta sulla stessa salute. Quali sono i meccanismi fisiologici che ci inducono al sonno? Uno dei più importanti è l'omeostasi, un processo che interviene per permettere  la giusta concentrazione chimica di ioni e molecole, e permettere alle cellule di sopravvivere. Più restiamo svegli, più nel nostro cervello si accumula l'adenosina, un sottoprodotto dell’ATP (l’adenosina trifosfato), la piccola molecola dall’enorme energia che alimenta le cellule. Più adenosina si accumula, più assonnati ci si sente. Quanto sonno ci serve La quantità di sonno ne...
I Cerchi delle Fate della Namibia: Enigmi del Deserto
Ambiente e Clima, Ambiente e Clima, Biologia, Miti e leggende, Scienza

I Cerchi delle Fate della Namibia: Enigmi del Deserto

I cerchi delle fate in Namibia, conosciuti anche come “fairy circles”, incarnano un fenomeno naturale carico di fascino e mistero. Al centro di leggende e speculazioni, questi enigmatici cerchi si stagliano nel paesaggio, evocando l’immagine di antiche danze arcane.  Prima osservazione sui cerchi delle fate, la flora e la fauna La scoperta di questi cerchi incantati risale all’incirca a mezzo secolo fa, quando si manifestarono per la prima volta nel deserto della Namibia. Da allora, hanno ispirato innumerevoli teorie scientifiche e curiose leggende. La rivelazione di questi cerchi delle fate ha sollevato questioni sulla loro origine e sui processi naturali che ne hanno determinato la formazione. In principio, costituivano un mistero che metteva alla prova la nostra comprensione:...
I ritmi circadiani
Biologia

I ritmi circadiani

Sapete che negli occhi, oltre ai noti bastoncelli e coni, abbiamo un terzo tipo di fotorecettori, le cellule gangliari retiniche fotosensibili, il cui compito non è strettamente correlato con la vista ma serve per individuare la luminosità, in altre parole per sapere se è giorno o notte. Anche queste cellule fanno parte dei ritmi circadiani che governano la nostra esistenza. Una scoperta recente Questi fotorecettori furono scoperti soltanto nel 1999 dal ricercatore britannico Russell Foster che all'epoca fu accolta con molto scetticismo. Oggi la scoperta di Foster è invece accreditata e fornisce un ulteriore contributo nel comprendere appieno i ritmi circadiani e la loro importanza nella vita di ciascuno di noi. Dopo quella scoperta gli scienziati hanno individuato o...
L’intestino e la sua centralità nella digestione  alimentare
Biologia, Scienza

L’intestino e la sua centralità nella digestione alimentare

La felicità è una buona digestione scriveva Jean-Jacques Rousseau (1712-1778) e l'intestino gioca un ruolo fondamentale in questo processo. Il tratto gastrointestinale di un maschio misura circa 12 metri, quello della donna poco meno. La durata della digestione Il passaggio del cibo, già parzialmente digerito  a livello orale e gastrico, all'interno dell'intestino tenue e del colon ha una durata del tutto soggettiva e anche all'interno dello stesso individuo, dipende dall'attività svolta e da cosa e quanto ha mangiato. Se ci limitiamo ai valori medi non possiamo non notare una significativa differenza tra uomo e donna. Nel maschio il transito, dalla bocca all'ano, dura circa 55 ore. Nella donna questo tempo si dilata fino a 72 ore! Schematizzando ogni pasto consumato trasc...
Respiro, ergo sum!
Biologia, Scienza

Respiro, ergo sum!

È un processo che diamo per scontato e che durante il sonno si attiva al di fuori della nostra coscienza, in maniera del tutto involontaria. Stiamo parlando della respirazione. Durante la giornata noi espiriamo e inspiriamo circa 20.000 volte, movimentando un volume di circa 12.500 litri d'aria, in base alla nostra corporatura e all'attività fisica che stiamo facendo. Durante l'arco della vita media di un essere umano il nostro organismo "respira" per circa 550 milioni di volte. E per concludere questa breve sequenza di numeri incredibili, ogni volta che respiriamo emettiamo 25 sestilioni (2,5 x 1022) di molecole di ossigeno. I seni paranasali Le molecole d'ossigeno che servono alla nostra sopravvivenza vengono immesse prevalentemente dalle narici, da li v...
Quando ad attaccarci è il  nostro sistema immunitario
Biologia, salute, Scienza

Quando ad attaccarci è il nostro sistema immunitario

In un precedente articolo (Il sistema immunitario, le forze di sicurezza del corpo umano) abbiamo descritto sommariamente come il sistema immunitario ogni giorno ci protegge da una moltitudine di agenti patogeni esterni, alcuni dei quali potenzialmente molto pericolosi per la nostra salute. Abbiamo anche accennato però all'altra faccia della medaglia, quando queste forze di difesa sbagliano e aggrediscono elementi innocui o benefici. Le malattie autoimmuni Il malfunzionamento più grave del sistema immunitario è quello che si traduce nelle cosiddette malattie autoimmuni. L'elemento distintivo della malattia autoimmune è l'incapacità del sistema immunitario di spegnere i processi diretti contro l'organismo al termine di una fisiologica risposta infiammatoria o di prev...
Il  sistema  immunitario:  le forze di sicurezza del corpo umano
Biologia, Scienza

Il sistema immunitario: le forze di sicurezza del corpo umano

Ognio giorno il nostro corpo è aggredito da una moltitudine di agenti patogeni, potenzialmente anche molto pericolosi per la nostra salute. Queste "aggressioni" sono però individuate, intercettate ed eliminate da un efficientissima forza di sicurezza dell'organismo, inquadrata nel caotico e articolato sistema immunitario. Si tratta di un sistema complesso che si estende per tutto il corpo e comprende elementi che non assoceremmo facilmente alle sue funzioni, come le lacrime, il cerume e la stessa pelle. Una vasta nomenclatura Le cellule immunitarie che affrontano gli aggressori sono prodotte da linfonodi, midollo osseo, milza, timo e altre parti del corpo, attraverso un'enorme serie di reazioni chimiche. È facile perdersi nella vasta nomenclatura del si...
Resilienza e limiti del corpo umano
Biologia, Scienza

Resilienza e limiti del corpo umano

La grandezza di un corpo umano è strettamente correlata all'influenza della forza di gravità e alla sua superficie. Per capirci meglio, se esistesse un gigante alto trenta metri come quelli che popolano letteratura e serie fantasy, peserebbe 280 tonnellate, vale a dire il peso di circa 4600 uomini di corporatura media. Le sue ossa però sarebbero soltanto 300 volte più grosse e quindi non in grado di sostenere un peso del genere. Il nostro corpo è allo stesso tempo una delle strutture più resilienti presenti in natura e allo stesso tempo una con i maggiori limiti. Piccolo è meglio Un corpo più è piccolo e meglio sfugge alle conseguenze nefaste della gravità. Se un insetto cade da un tavolo atterra praticamente illeso. In proporzione lo stesso avviene per gli esseri um...
La termoregolazione un  esempio di omeostasi
Biologia, Scienza

La termoregolazione un esempio di omeostasi

Il termine omeostasi definisce la capacità di autoregolazione degli esseri viventi, importantissima per mantenere costante l'ambiente interno nonostante le variazioni dell'ambiente esterno (concetto di equilibrio dinamico). È nell'equilibrio tra la temperatura esterna e quella interna di un corpo che questo concetto trova forse la sua massima espressione. Il calore si disperde in superficie, quanta più superficie c’è rispetto al volume di un corpo, tanto più faticoso è scaldarsi. In altre parole le creature viventi più piccole devono produrre calore più in fretta di quelle di maggior corporatura. Questo lo possiamo intuire dai battiti del cuore, uno degli organi più importanti preposti a questa necessità. C'è battito e battito Il cuore dell’elefante batte mediament...
Verified by MonsterInsights