giovedì, Febbraio 22

Animali

COCCHI DI NONNA
Animali, Scienza

COCCHI DI NONNA

Si sono guadagnate da tempo un pessimo epiteto, quello di “assassine”, da quando le baleniere spagnole le osservavano allibiti assalire con foga le balene. Eppure non sono pericolose per l'uomo, ma ironia della sorte siamo, di fatto, il loro unico nemico. Ci riferiamo, ovviamente, alle orche. Una fama immeritata Come abbiamo accennato le orche godono, nell'immaginario collettivo, di una fama sinistra e immeritata. In natura gli attacchi delle orche nei confronti dell'uomo sono rarissimi e non si registrano aggressioni mortali. Le uniche vittime umane causate da questi animali sono avvenute in condizioni di cattività, quando le orche sono sottoposte ad innaturali condizioni di stress psico-fisico. La responsabilità di questa fama ingiusta, dipende, in buona parte d...
Fratelli di sangue
Animali, Scienza

Fratelli di sangue

I pipistrelli non sono di certo tra gli animali ritenuti più belli, anzi hanno anche una brutta fama, basata su false credenze, come insidiosi “succhiatori di sangue”. Eppure da tempo si stanno facendo scoperte che, oltre ai loro riconosciuti ruoli ecologici importanti, ne evidenziano insospettati comportamenti sociali ed affettivi. Caratteristiche generali I pipistrelli, unici tra i mammiferi che volano davvero, dell'ordine dei Chirotteri, (“dita alate”), avendo il palagio, membrana che le unisce, vivono in quasi tutte le zone del mondo. Se ne conoscono attualmente oltre 1200 specie, di cui una cinquantina in Europa e 34 in Italia. Il più grande è la volpe volante maggiore (Pteropus vampyrus) nel Sud Est asiatico, la cui apertura alare può arrivare a circa 2 m, mentre il pi...
A colpi di collo!
Animali, Scienza

A colpi di collo!

Con le loro zampe slanciate e i loro colli lunghissimi, le giraffe svettano nettamente dagli arbusti radi delle savane: non sfigurerebbero affatto nei dipinti delle donne di Modigliani! Le giraffe compaiono in tutti i libri di scienze, come simboli evidenti e indiscussi dell'evoluzione darwiniana, perfettamente selezionate e adattate per la presa di foglie sugli alberi, anche quelli più alti. Eppure negli ultimi tempi, qualche studioso ha avanzato l'ipotesi che quei colli smisurati, grazie ai potenti muscoli di cui sono dotati, possano servire anche a sferrare colpi poderosi tra maschi che competono tra loro per la femmina: purtroppo alcuni di questi duelli, particolarmente cruenti, finiscono con la morte di uno dei contendenti. Socialità e longevità Finora non era stata abb...
I delfini, tra altruismo e aggressività
Animali, Scienza

I delfini, tra altruismo e aggressività

Protagonisti di vari miti antichi, come quello sulla fondazione di Delfi (e del suo celebre santuario) e della città di Taranto, recando dal mare in groppa il fondatore Taras, questi mammiferi sono generalmente ritenuti simpatici, gioiosi e altruisti, ma ultimamente gli studiosi ne hanno scoperto aspetti piuttosto negativi, di opportunismo e persino di una certa violenza. Caratteristiche fisiche I delfini, mammiferi marini dell'ordine dei Cetacei, hanno corpi affusolati ed usano la pinna caudale come organo propulsore al moto. Possono raggiungere anche i 50 km/h. Riescono a fare alti salti e a cavalcare le onde. Hanno in testa un grosso organo per orientarsi e ricercare cibo (pesci, molluschi e crostacei). Possiedono molti denti, fino a 250. Il loro cervello è grande, dotato di una ...
Madri leader e nonni saggi
Animali, Scienza

Madri leader e nonni saggi

Gli elefanti, che sono i mammiferi terrestri più grandi, (con stazze che in Africa superano i tre metri di altezza e le 5 tonnellate di peso), formano società non numerose, ma molto coese, caratterizzate da evidente altruismo, educazione accurata dei piccoli e rispetto degli anziani. Il numero medio degli individui, tutti imparentati, varia dagli 8 ai 12, riducendosi ad un solo nucleo familiare per quelli africani di foresta. Compiti femminili La matriarca, la femmina più anziana, detiene il comando del gruppo, accudendo figlie e cuccioli, con l'aiuto di altre femmine. Invece i maschi adulti vivono al di fuori. La leader ricopre ruoli di grande responsabilità. Innanzitutto guida la famiglia alla ricerca di cibo ed acqua, per buona parte della giornata, anche di notte, per...
Emozioni bestiali
Animali, Scienza

Emozioni bestiali

Per molto tempo la stragrande maggioranza degli studiosi ha negato la possibilità per gli animali di provare emozioni. Determinate manifestazioni erano ritenute solo istintive o dettate da comportamenti piuttosto “meccanici”, rispetto all'ampia gamma emotiva di Homo sapiens. La teoria dei tre cervelli In realtà, secondo la teoria dei tre cervelli, proposta negli anni '70 dal dottor Mc Lean, successivamente riveduta e ampliata, alla nostra stratificazione cerebrale inferiore, la rettiliana, sede degli istinti primordiali, si è poi sovrapposto il cervello dell'antico mammifero, sede di alcune emozioni basilari. Queste deriverebbero soprattutto dalle interazioni sociali nei propri gruppi di appartenenza. Negli ultimi decenni poi, varie osservazioni di etologi hanno riscontrato ...
La menopausa esiste negli animali oltre l’uomo?
Animali, Scienza

La menopausa esiste negli animali oltre l’uomo?

Gli esseri umani sono una delle poche specie in cui è presente la menopausa, vale a dire un periodo di vita estremamente lungo oltre la capacità riproduttiva, che consente alle femmine di arrivare a essere nonne. Infatti, man mano che il numero di ovuli diminuisce, i livelli di ormoni necessari per la gravidanza diminuiscono, fino a portare all'arresto del ciclo mestruale. Fino a oggi le uniche altre specie note erano le orche, i narvali e alcune balene. Delle recenti scoperte pubblicate sulla prestigiosa rivista Science hanno evidenziato come in realtà la menopausa sia presente anche in altri mammiferi, come gli scimpanzé. Si tratta di uno studio durato 21 anni su una comunità selvatica di scimpanzé in Uganda, raccogliendo campioni di urina da femmine tra i 14 e i 67 anni...
Cibarsi del miglior amico dell’uomo
Animali, Società

Cibarsi del miglior amico dell’uomo

A partire dal 2010, nella grande città di Yulin (Cina Meridionale), il 21 giugno di ogni anno si iniziano a uccidere brutalmente migliaia di cani e gatti, al fine di venderne la carne. Secondo i dati raccolti da Asia for Animals nel suo momento di massimo successo il festival della carne di cane di Yulin è stato responsabile della macellazione di 10.000-15.000 cani ogni anno, a cui si devono aggiungere diverse centinaia di gatti. I metodi sono davvero orripilanti, con cani bolliti vivi (e lentamente) e gatti soffocati con un cerchio metallico al collo, stretto tramite due aste pressate. La carne dei cani viene anche venduta nei supermercati, con prezzi che oscillano tra i dieci e i venticinque euro al chilo, ma che possono essere sensibilmente più alti nelle transazioni tra ...
Lo Yeti, tra leggenda e realtà
Animali, Pseudoscienze, fake news e alieni

Lo Yeti, tra leggenda e realtà

Fin dalla notte dei tempi, creature terrificanti hanno popolato l'immaginario locale e anche collettivo, producendo credenze e leggende, che ancora esistono, anche in letteratura. Basti pensare , tra gli altri, al famigerato mostro di Lochness, o all'abominevole “uomo delle nevi”, lo Yeti. Lo Yeti Questa parola deriva da “yeh-teh”, termine che può essere tradotto nella lingua sherpa come “Quella cosa là” o “Uomo delle rocce”. Un enorme scimmione, con altezza tra 1,80 e 2,40 metri (femmine) e dai 2,30 ai 3,15 metri per i maschi, coperto da una fitta pelliccia bianca o argentata, che lascia scoperta solo mani e piedi, dalle braccia assai lunghe e folta capigliatura. Avvistamenti e impronte Dopo i racconti di esploratori in alcune zone della catena himalayana, risalenti all'...
I canili, tra modelli di civiltà e lager
Animali, Società

I canili, tra modelli di civiltà e lager

Il fenomeno del randagismo in Italia riguarda circa 2 milioni di cani, di cui 1,5 dal Lazio in giù, concentrato soprattutto in cinque regioni. Una cifra ancora enorme, che comunque tende a diminuire, grazie all'aumento delle adozioni. Si cerca di combattere il randagismo mediante i canili, distinti in sanitari, di prima accoglienza, e rifugi, questi ultimi dalla permanenza più prolungata, persino di anni. Qualche dato Il 67% dei cani si trova nel Meridione, dove a fronte del 43% di canili d'Italia. Il totale dei canili nel nostro paese è di 1051, col costo medio di 1200 euro annui: tenendo conto che la permanenza media in rifugi è di circa 7 anni, il business legato alla loro gestione si aggira sui 700 milioni di euro annui. In base alla Legge num. 281/291, la gestione dei c...
Verified by MonsterInsights