giovedì, Giugno 20

Archeologia

L’Enigma di Yonaguni: la Piramide sommersa
Archeologia, Scienza

L’Enigma di Yonaguni: la Piramide sommersa

Nelle profondità del mare che circonda l’Isola di Yonaguni, in Giappone, è stata scoperta da alcuni subacquei nel 1986, una misteriosa struttura piramidale sommersa. La loro sorpresa fu immensa quando le luci delle torce subacquee rivelarono gli imponenti gradoni di questa piramide, che si estende per oltre 120 metri di lunghezza e 40 metri di larghezza, con un’altezza compresa tra 20 e 25 metri. Questa fu una scoperta incredibile poiché nessuno prima di allora aveva mai visto niente del genere. È un enigma affascinante che sfida la nostra comprensione della storia preistorica del Giappone. Le teorie sull’origine della piramide Alcuni studiosi, tra cui il professor Masaaki Kimura, sismologo marino dell’Università delle Ryukyu, ritengono che la struttura piramidale sommersa vicin...
Giacomo Boni, un veneto pioniere della  moderna archeologia.
Archeologia, Personaggi

Giacomo Boni, un veneto pioniere della moderna archeologia.

Giacomo Boni nacque a Venezia il 25 aprile (avril in lengua veneta) del 1859 da una famiglia umile di origini cadorine, anche se contrastanti sono le notizie sul preciso luogo di nascita. Probabilmente si tratta della città di Feltre. Passò la sua infanzia e la sua giovinezza nella città di Venezia, città che lui considerava una “madre”, e che amava per il grande patrimonio artistico e che fin da subito sentì l’esigenza di riscoprire archeologicamente. L’occasione per iniziare a “scavare” tra i resti artistici arrivò nel 1873 quando fu assunto dall’azienda dell’Ingegner Cadel per lavorare nei cantieri aperti per il restauro del Palazzo Dogale. Gli anni della gioventù Dopo questa prima esperienza “adolescenziale”, Giacomo Boni frequentò l’Accademia di Belle Arti dal ...
Nabta Playa: il più antico osservatorio astronomico del mondo
Archeologia, Astronomia, Scienza

Nabta Playa: il più antico osservatorio astronomico del mondo

A oltre 1000 chilometri dalla famosa piramide di Giza, si nasconde un incredibile tesoro archeologico: il cerchio di pietre di Nabta Playa, considerato il più antico osservatorio astronomico del mondo, forse precedente a quello di Stonehenge, in Inghilterra. Il Cerchio del Calendario o Cromlech sono due denominazioni del sito, per via della sua forma e dei suoi allineamenti con le stelle. Gli antichi egizi lo usavano per seguire il movimento del cielo e calcolare le stagioni, la lunghezza dei giorni e il solstizio d’estate. Il cerchio di pietre di Nabta Playa testimonia la profonda conoscenza astronomica e la grande capacità ingegneristica di una civiltà scomparsa. L’astronomia di Nabta Playa Questa struttura megalitica, scoperta dagli archeologi Fred Wendorf e Kim Malville, ...
Agatha Christie e l’archeologia:  la passione di una vita
Archeologia, Personaggi, Storia

Agatha Christie e l’archeologia: la passione di una vita

Agatha Christie (1890-1976), la regina indiscussa del giallo classico, creatrice di personaggi indimenticabili quali Hercule Poirot e Miss Marple è stata una delle scrittrici più influenti e prolifiche del XX secolo nonché giallista di fama mondiale. Una passione insospettata Ancora oggi i suoi romanzi sono pubblicati con successo in tutto il mondo ed è la scrittrice inglese più tradotta, seconda solo a Shakespeare, con ben 44 lingue diverse, la Christie ha venduto oltre 2 miliardi di copie dei suoi romanzi. Probabilmente però non molti sanno che Agatha aveva un’autentica passione per l’archeologia, tanto che una volta ebbe a dire, con il classico humour britannico: «Un archeologo è il miglior marito che una donna possa avere: più diventa vecchia, più lui s’interessa a lei»...
Nuove scansioni muoniche per la grande piramide di Giza
Archeologia, Astronomia, Fisica, Scienza

Nuove scansioni muoniche per la grande piramide di Giza

Scienziati del Fermi National Accelerator Laboratory (Fermilab) stanno mettendo a punto un nuovo esperimento, per scansionare l’interno della grande piramide di Cheope con un dettaglio senza precedenti. Conquistatori greci, romani, berberi, ottomani, francesi, inglesi e chi più ne ha più ne metta, sono sempre stati affascinati dall'antico Egitto. Questa misteriosa terra, che ci ha lasciato imponenti vestigia del suo passato, è depositaria di meraviglie celate, che gli esploratori cercano di riportare alla luce da millenni per scopi più o meno nobili. Di tutte le meraviglie dell’Egitto, le piramidi sono le più iconiche in assoluto. Ve ne sono ben 118, ad oggi identificate dall'alto al basso regno, che hanno svolto il loro compito di edificio funerario. Di queste, tre sono le più famo...
Archeologia, Scienza

Rinvenuta un’antica incisione che raffigura l’ultimo re di Babilonia

É stata rinvenuta un'antica incisione che raffigura l’ultimo re di Babilonia. La scoperta effettuata ha riportato alla luce una pietra, che presenta un'incisione dell'ultimo re di Babilonia. Inoltre, sul ritrovamento è presente un testo in caratteri cuneiformi, il più lungo mai ritrovato fino ad ora. La scoperta è stata effettuata in Arabia Saudita. L'oggetto in questione è un basalto raffigurante Nabonide, l'ultimo re di Babilonia, con in mano uno scettro. L'incisione, secondo gli esperti, risale al VI secolo a. C. Questa contiene un testo di 26 righe in scrittura cuneiforme. I ricercatori ritengono che la scoperta effettuata possa fornire nuove basi per quanto riguarda la storia della Penisola Araba, e i legami dei suoi antichi abitanti con la vicina Mesopotamia. I simboli dell...
Raro guerriero totalmente integro scoperto in un complesso archeologico
Archeologia, Scienza

Raro guerriero totalmente integro scoperto in un complesso archeologico

Un eccezionale ritrovamento è avvenuto all'interno di scavi nel nord della Sardegna. Un raro guerriero risalente a 3000 anni fa totalmente integro è stato scoperto in un complesso archeologico. La campagna di scavo è durata un anno e mezzo. Il ritrovamento nello scavo ha riportato alla luce un bronzo figurato integro, rappresentante un guerriero vestito con un corto gonnellino, un elmo cornuto e lunghe trecce che da sotto giungono sino al collo. Sul petto del bronzo è presente un pugnale ad elsa gammata, un attributo distintivo del raggiungimento dell'età adulta, mentre nella mano sinistra è posizionato uno stocco poggiato sulla spalla. Su questo è legato uno scudo circolare con un umbone e motivo a raggi. Il bronzo presenta le gambe divaricate, poggiate su uno dei canali di fusione...
Il Colosseo diventerà high tech e green
Archeologia, Scienza

Il Colosseo diventerà high tech e green

Colosseo. Ecco come diventerà high tech e green. I lavori prevedono un pavimento in legno super tecnologico e totalmente green, composto da un sistema di pannelli in fibra di carbonio. Questi saranno progettati per muoversi e ruotare con un sistema simili al brie soleil. La struttura garantirà sia la vista dei sotterranei che la loro ventilazione. Il Colosseo entro il 2023 avrà questo nuovo aspetto. I progettisti di Milan Ingegneria, la società veneziana che ha vinto, in gara con molti altri specialisti, si occuperanno del progetto. Il bando di gara lanciato da Invitalia per la realizzazione dell'intervento, finanziato dal 2015, prevede un costo di 18,5 milioni di euro. Colosseo: opinioni sul progetto Secondo il ministro della cultura Franceschini la nuova arena del Colosseo dive...
Asse di un’antica imbarcazione rinvenuta a Grado
Archeologia, Scienza

Asse di un’antica imbarcazione rinvenuta a Grado

Asse di un'antica imbarcazione rinvenuta a Grado. La singolare scoperta è avvenuta pochi giorni fa sull'arenile della spiaggia di Grado. Il ritrovamento è avvenuto mentre si stavano effettuando delle regolari manutenzione. Subito dopo il ritrovamento è stata immediatamente allertata la Soprintendenza Archeologica e le Belle Arti. Il Paesaggio FVG ha organizzato il recupero del reperto, reso possibile grazie alla collaborazione della stessa GIT e del Comune di Grado. Quest'ultimo ha prontamente messo a disposizione i mezzi e il personale per la movimentazione. Il reperto è stato subito messo in sicurezza in una collocazione provvisoria. Il supporto logistico della ditta Aprile di Aquilea ha eseguito le operazioni, predisponendo subito un’imbracatura su misura. Il personale tecnico-s...
La piramide di Cheope
Archeologia, Storia, Storia Antica

La piramide di Cheope

Nella piana di Giza, un altopiano che misura approssimativamente 1500 metri in direzione nord-sud e 2000 metri in direzione est-ovest segnando l'inizio del Deserto Occidentale egiziano, campeggiano, imponenti tre piramidi. La più antica e grande del terzetto è la piramide di Cheope, anche chiamata  Grande Piramide di Giza o Piramide di Khufu. L'unica meraviglia del mondo dell'antichità Questo imponente mausoleo funerario è anche la più antica delle "Sette meraviglie del mondo" dell'antichità nonché l'unica arrivata ai giorni nostri non in condizioni di generale rovina. Questo straordinario monumento richiese oltre venti anni per la sua edificazione e decine di migliaia di artigiani ed operai. L'architetto che sovrintese a questa opera ciclopica fu Hemiunu per...
Verified by MonsterInsights