giovedì, Febbraio 22

Sport

Sport e televisione, un binomio perfetto
Società, Sport

Sport e televisione, un binomio perfetto

Fin dagli albori della televisione lo sport è stato insieme al varietà, agli sceneggiati e ad una breve e feconda stagione documentarista, tra i generi portanti del nuovo medium. Con il passare degli anni e lo sviluppo della tecnologia delle comunicazioni lo sport in televisione ha assunto un'importanza sempre maggiore, fino a giungere negli ultimi due decenni al suo "accaparramento" da parte della televisione satellitare e successivamente dalle varie piattaforme di streaming, alcune delle quali, come DAZN, interamente dedicate agli avvenimenti sportivi. Ripercorriamo brevemente e con la necessaria sintesi le principali tappe dello sport in televisione, a partire dalla fine degli anni Cinquanta. All'origine fu il ciclismo Il ciclismo è lo sport più popolare ...
Quel pazzo derby del 1949
Sport

Quel pazzo derby del 1949

Campionato di calcio 1949-50, pochi mesi dopo la tragedia di Superga. Il Grande Torino, la squadra che aveva dominato negli ultimi 5 anni, non c’è più, annientata dal terribile schianto del 4 maggio 1949. Il Presidente del Torino Novo, scampato miracolosamente al disastro aereo, perché influenzato, tenta di ricostruire la squadra, ma rimpiazzare campioni come Valentino Mazzola, Bacigalupo, Gabetto, Menti, Ossola, Rigamonti è impossibile. Il Torino finirà il Campionato con un onorevole sesto posto. Il derby della Madonnina Il torneo 1949-50 apre la sfida tra le tre grandi che monopolizzeranno il calcio italiano per decenni: Juventus (che poi vincerà lo Scudetto), Inter e Milan. Il 6 novembre 1949, si gioca la stracittadina tra Inter e Milan. Le due squadre milanesi durante il...
La maledizione di Bela Guttmann
Personaggi, Sport, Storia

La maledizione di Bela Guttmann

Mercoledì scorso l'Inter, in virtù del successo per 2 a 0 nella gara di andata, ha eliminato ai quarti di finale della Champion League, la squadra portoghese del Benfica, in testa al suo campionato. Il rocambolesco 3 a 3 di San Siro è stato sufficiente per proiettare i nerazzurri verso la semifinale dove incontreranno, l'altra squadra di Milano che si è sbarazzata del Napoli. Quello che ci interessa però in questo articolo non è tanto l'esito sportivo di questa partita, ma l'avverarsi ancora una volta della cosiddetta "maledizione di Bela Guttman". Chi era costui? Bela Guttman era nato a Budapest il 27 gennaio 1899 in una famiglia di origini ebraiche. Il giovane Bela, figlio di ballerini, doveva seguire le orme dei genitori ma ben presto fu rapito dalla passione ...
Il  calcio sotto il vulcano
Sport

Il calcio sotto il vulcano

La notizia è di pochi giorni fa, la Premier League accusa uno dei team più forti d'Europa, il Manchester City di oltre 100 violazioni delle regole finanziarie. I capi d'accusa sono raccolti in un dossier di ben 735 pagine. La società di proprietà dell'Abu Dhabi United Group del principe emiratino Mansur bin Zayd Al Nahyan rischia pesanti sanzioni, fino all'esclusione dal più prestigioso e ricco torneo del calcio mondiale. Le contestazioni riguardano un periodo che va dal 2009 al 2018 a cui si aggiunge secondo l'atto di accusa della Premier, una deliberata e continuativa attività di ostacolo alle indagini che il club di Manchester ha attuato proprio a partire dal 2018. Il caso Italia In Italia la Juven...
Farmaci e calcio una relazione pericolosa
salute, Sport

Farmaci e calcio una relazione pericolosa

Le recenti premature morti di Gianluca Vialli e Sinisa Mihajlovic hanno riacceso un dibattito che da anni anima non soltanto il mondo del pallone ma anche quello della scienza e della medicina. Si tratta dell'assunzione di farmaci, che soprattutto a cavallo degli anni Settanta e Ottanta, venivano somministrati agli atleti per migliorarne le prestazioni sportive. Si trattava di prodotti che galleggiavano in quella zona grigia che si colloca tra il doping vero e proprio e una certa maldestra e spregiudicata somministrazione di farmaci al tempo perfettamente legali. Sia chiaro si trattava (e seppure in forma minore visto la maggiore efficacia dei controlli) di un fenomeno che non riguarda soltanto il calcio, Dalle pillole blu dell'Oral-Turinabol, farmaco anabolizzante larg...
« L’impressione più viva l’è che me brüsa tant ‘l cül!
Personaggi, Sport

« L’impressione più viva l’è che me brüsa tant ‘l cül!

Oggi è partita l'edizione n. 104 del Giro d'Italia, la più importante competizione ciclistica a tappe nazionale ed una delle più importanti del mondo, insieme al Tour de France ed alla Vuelta. Un secolo di storie, miti, leggende, di drammi e delusioni, soprattutto negli ultimi due decenni per l'invasività del fenomeno doping. In questa occasione, cosi speciale per gli appassionati di ciclismo e dello sport in generale, vale la pena ricordare la prima, eroica edizione che si svolse dal 13 al 30 maggio del 1909. L'Europa stava scivolando, ancora inconsapevole, verso quella grande carneficina che chiamiamo la Grande Guerra e tramontava definitivamente la Belle Epoque. Il primo Giro d'Italia si dipanò per otto tappe, da Milano a Napoli, con ritorno al capoluogo meneghino per comples...
Antonio Valentin Angelillo, l’Angelo dalla faccia sporca
Sport

Antonio Valentin Angelillo, l’Angelo dalla faccia sporca

Stagione 1958-59. Le cose non vanno benissimo per la Beneamata, i cugini dopo un anno di digiuno si apprestano a vincere il Campionato e la Fiorentina contende il secondo posto ai nerazzurri tenuti a galla dai goal di Antonio Valentin Angelillo. L'angelo dalla faccia sporca Angelillo, argentino che sarà poi naturalizzato italiano era stato acquistato dal Boca Junior, l’anno precedente segnando nella sua prima stagione con l’Inter 16 reti. Quest’anno, a sette giornate dalla conclusione del campionato, Angelillo ha già messo nel sacco 31 goal ed insegue il record di Borel II, stabilito con 32 reti nel lontano 1933/34. La macchina del goal però sembra essersi inceppata. Nonostante tutta la squadra lavori per far batter questo prestigioso record, Angelillo sembra aver smarrito...
Verified by MonsterInsights