sabato, Luglio 20

Moon Sniper: cosa aspettarsi dal tentativo di atterraggio

Moon Sniper: cosa aspettarsi dal tentativo di atterraggio. Il velivolo spaziale lanciato dal Giappone si sta avvicinando alla Luna. Il velivolo si sta preparando per uno storico tentativo di atterraggio. Questo dopo che la prima missione lunare degli Stati Uniti da decenni si conclude senza raggiungere il suo obiettivo

Lo Smart Lander for Investigating Moon, o SLIM, della Japan Aerospace Exploration Agency atterrerà sulla superficie lunare alle 10:20 ET di venerdì, o alle 00:20 di sabato, ora solare giapponese. L’allunaggio, in caso di successo, segnerà la prima volta che il Giappone metterà un esploratore robotico sulla superficie lunare.

La missione lo renderà il terzo paese a realizzare un’impresa del genere nel 21° secolo. Inoltre, sarà il quinto paese ad effettuare un atterraggio morbido con un velivolo spaziale sulla Luna dall’inizio del 2018. La sonda spaziale, soprannominata anche “Moon Sniper” per la sua tecnologia di precisione, inizierà la sua discesa verso la superficie lunare alle 10:00 ET, corrispondenti alle 16:00 ora italiana. L’allunaggio sarà trasmesso in diretta streaming su YouTube in inglese.

Moon Sniper

Kenji Kushiki, il responsabile del sottoprogetto della missione SLIM ha spiegato che: “Si prevede che l’inizio della decelerazione fino all’atterraggio sulla superficie della Luna durerà 20 minuti. Un periodo di terrore senza fiato”. Il lander da esplorazione è progettato per dimostrare un atterraggio “localizzato” in una posizione specifica.

La tecnologia SLIM mira a portare un certo tipo di precisione alle sonde robotiche a basso costo e leggere. La speranza, secondo JAXA, è che la tecnologia consenta al piccolo lander di puntare su siti specifici della Luna. Ma soprattutto di consentire a SLIM di atterrare anche su terreni insidiosi e rocciosi. In caso di successo, la tecnologia potrebbe consentire alle future missioni di “atterrare su pianeti ancora più scarsi di risorse rispetto alla Luna”. Questo secondo l’agenzia spaziale.

La JAXA continua rendendo noto che: “Al giorno d’oggi, c’è stato un aumento nella conoscenza degli oggetti astronomici target. I dettagli che dovrebbero essere studiati sono diventati più dettagliati. Tanto che sono diventati necessari atterraggi ad alta precisione vicino al bersaglio di studio”.

Moon Sniper: il viaggio

Il lander SLIM punterà ad un sito di atterraggio che si estende per soli 100 metri. In confronto, il lander lunare Peregrine di Astrobotic Technology, il primo lander lunare statunitense ad essere lanciato in più di 50 anni, stava prendendo di mira una zona di atterraggio che si estendeva per pochi chilometri. Questo prima che una perdita di carburante costringesse il veicolo spaziale ad abbandonare la sua missione.

Se SLIM dovesse perdere questa finestra per tentare un atterraggio, avrà un’altra opportunità il prossimo 16 febbraio. Il lander SLIM è stato lanciato a settembre insieme al satellite XRISM, acronimo di X-Ray Imaging and Spectroscopy Mission, in una missione congiunta tra JAXA e NASA. Dopo il lancio, SLIM ha utilizzato il proprio sistema di propulsione per dirigersi verso la Luna. Il lander è entrato con successo in un’orbita lunare il giorno di Natale.

Da quando è entrato in orbita, il lander si è avvicinato sempre di più alla superficie lunare. Se la sonda atterrerà con successo, studierà brevemente la superficie lunare appena a sud del Mare della Tranquillità. Questa è la regione dove atterrò l’Apollo 11 nel 1969. SLIM sta prendendo di mira un sito vicino ad un piccolo cratere da impatto lunare chiamato Shioli, all’interno di una pianura conosciuta come il Mare del Nettare. Gli scienziati sospettano si sia formata da un’antica attività vulcanica. Lì indagherà sulla composizione delle rocce, che potrebbero aiutare gli scienziati a scoprire le origini della Luna.

Conclusioni

La JAXA ha reso noto che: “Uno sguardo più attento ai minerali presenti potrebbe rivelare informazioni sulla struttura interna e sulla formazione della Luna. Tuttavia, i siti di materiale espulso dal cratere vengono solitamente evitati. Questo a causa della difficoltà di atterrare all’interno di una piccola area di materiale espulso sui lati inclinati che circondano un cratere”.

La sonda spaziale catturerà fotografie della superficie della Luna, regolando autonomamente la sua traiettoria mentre piomba per l’atterraggio. Kenji Kushiki ha detto che il lander SLIM sarà costantemente attratto verso la superficie lunare dalla gravità lunare. Questo richiederà ai motori della navicella di accendersi continuamente. Il ricercatore ha aggiunto che: “L’atterraggio è un gioco unico”.

I ricercatori sospettano che la regione, parti della quale sono permanentemente in ombra, potrebbe ospitare depositi di acqua ghiacciata. Tali risorse potrebbero essere filtrate in acqua potabile per gli astronauti o addirittura convertite in carburante per missili, per esplorare più a fondo il cosmo. Il polo sud lunare presenta anche una serie di rischi di atterraggio con crateri e rocce. Se SLIM avrà successo, sostiene JAXA, trasformerà le missioni da “atterrare dove possiamo ad atterrare dove vogliamo”.

FONTE:

https://edition.cnn.com/2024/01/18/world/japan-lunar-lander-moon-sniper-scn/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights