domenica, Maggio 19

Storia del Cinema

La rivoluzione di David W. Griffith
Storia del Cinema

La rivoluzione di David W. Griffith

Il cinema, nella sua accezione più matura, deve molto a David Wark Griffith, nato a La Grange, nello Stato del Kentucky, il 22 gennaio 1875. La Guerra Civile americana si è conclusa da circa dieci anni, ma il giovane Griffith, la rivive dai racconti appassionati e romantici di suo padre, Jacob “Roaring Jake” Griffith, un autentico eroe confederato, che lo alleverà nel mito del Sud sconfitto e con una severa impronta morale protestante. La passione per la drammaturgia si rivelò infruttuosa e Griffith all’età di 32 anni fu assunto dalla  casa di produzione American Mutoscope and Biograph Company, per la quale diresse all’incirca 450 cortometraggi, il formato allora standard per i film, che erano spesso proiettati a gruppi.  Nei cinque anni nei quali...
Agli albori  del divismo cinematografico
Storia del Cinema

Agli albori del divismo cinematografico

Negli anni Venti dello scorso secolo inizia si intravedono le prime fasi del divismo cinematografico. Si tratta della prima saldatura tra l'industria cinematografica e i mezzi di informazione (giornali, riviste e radio). Nascono così i primi divi, attori e attrici in grado di attrarre con la sola presenza vaste quote di pubblico. Tra le attrici emerge la figura provocante e trasgressiva di Gloria Swanson, il cui vero nome era Gloria May Josephine Svensson. Nata a Chicago il 27 marzo 1899, diventa la prima star del cinema muto hollywoodiano. Esordisce a soli 14 anni girando alcune scene dopo essere stata notata da uno dei registi di Essanay, una casa di produzione dell'epoca. Appena compie diciotto anni Gloria decide che il suo futuro è nel cinema, raggiunge Ho...
La rivoluzione di David W. Griffith
Storia del Cinema

La rivoluzione di David W. Griffith

Il cinema, nella sua accezione più matura, deve molto a David Wark Griffith, nato a La Grange, nello Stato del Kentucky, il 22 gennaio 1875. La Guerra Civile americana si è conclusa da circa dieci anni, ma il giovane Griffith, la rivive dai racconti appassionati e romantici di suo padre, Jacob "Roaring Jake" Griffith, un autentico eroe confederato, che lo alleverà nel mito del Sud sconfitto e con una severa impronta morale protestante. La passione per la drammaturgia si rivelò infruttuosa e Griffith all'età di 32 anni fu assunto dalla  casa di produzione American Mutoscope and Biograph Company, per la quale diresse all'incirca 450 cortometraggi, il formato allora standard per i film, che erano spesso proiettati a gruppi.  Nei cinque anni nei quali fu sotto contratto con l...
Il  talento visionario di Giovanni Pastrone
Personaggi, Storia del Cinema

Il talento visionario di Giovanni Pastrone

L'importanza del cinema italiano agli inizi del ventesimo secolo deve molto alla figura di Giovanni Pastrone, regista e sceneggiatore di fama internazionale, tanto da essere imitato perfino dagli americani. Nato ad Asti il 13 settembre 1882, Pastrone studiò violino al Conservatorio di Torino e nel capoluogo piemontese si trasferì con la moglie nel 1903, all'età di ventun anni. Qui lavora per un paio d'anni nell'orchestra del Teatro Regio come secondo violino. Nel 1905 entrò come semplice contabile (si era anche diplomato come ragioniere) nella casa cinematografica di cortometraggio Rossi & C. di Torino e grazie alla conoscenza di tre lingue straniere (francese, inglese e tedesco), Pastrone ottenne l'incarico di corrispondente. Nel 1907 ne divenne il direttore amminis...
La nascita dei generi cinematografici
Storia del Cinema

La nascita dei generi cinematografici

In poco più di dieci anni il nascente cinema attraversa una fase detta "cinema delle attrazioni", prima di approdare definitivamente al cinema narrativo. Questa fase è stata suddivisa dagli storici del cinema in due sotto periodi: il Sistema delle Attrazioni Mostrative (SAM), dal 1895 al 1906, dove sono mostrate singole vedute indipendenti il Sistema dell'Integrazione Narrativa (SIN), che si sovrappone in parte al precedente e arriva fino al 1915 circa, caratterizzato da inquadrature ancora lunghe e autonome, ma montate in successione creando una narrazione La funzione di questo cinema pionieristico è quello di "mostrare" ad un pubblico eterogeneo singole sequenze cinematografiche di paesaggi, persone in movimento, attrazioni comiche. Le proiezion...
Il  cinematografo dei fratelli Lumière
Storia del Cinema

Il cinematografo dei fratelli Lumière

Auguste e Louis Lumière erano due piccoli imprenditori, che avevano ereditato dal padre un'azienda di produzione di pellicole fotografiche. Quando il 13 febbraio 1895 brevettarono il Cinematografo, uno strumento che funzionava sia da camera che da proiettore, diedero un contributo fondamentale allo sviluppo della Settima Arte. Intendiamoci questo sistema, che era sostanzialmente un metodo di proiezione di fotografie in movimento. non era affatto sconosciuto all'epoca. Molti erano gli inventori di macchine di questo tipo in quegli anni tumultuosi. Solo in Inghilterra si registrarono circa 350 brevetti e nomi: cinegrafoscopio, cinografo, cronofotografoscopio, fotokinematografo… tutti nomi derivanti dal greco e che richiamavano il focus centrale di questi apparecchi: ri...
I 10 film più visti degli anni Novanta
Film e Serie TV, Storia del Cinema

I 10 film più visti degli anni Novanta

Ogni generazione ha il suo "decennio" che ricorda nostalgicamente, enfatizzandone ogni aspetto, dalla vita sociale a quella affettiva, dalla politica allo sport e naturalmente anche per quello che riguarda la Settima Arte. In questo articolo faremo un tuffo negli anni Novanta del ventesimo secolo paradiso nostalgico dei boomers. Per scegliere un film per ciascun anno del decennio potevamo affidarci ad una pluralità di parametri molto spesso soggettivi, per toglierci di impiccio quindi ne abbiamo scelto uno oggettivo, quello degli incassi internazionali della pellicola che di conseguenza trascina dietro di se anche l'impatto della pellicola nell'immaginario collettivo di milioni di persone. 1990 - GHOST https://www.youtube.com/watch?v=G502CM-UZw8 Chi non ricorda l'iconi...
Il cinema prima  del  cinema
Storia del Cinema

Il cinema prima del cinema

Prima che i fratelli Auguste Marie Louis Nicolas Lumière e Louis Jean Lumière inventassero il proiettore cinematografico nel 1895, la Settima Arte aveva degli "antenati" che circolavano in Occidente già dal XVII secolo. In questo articolo tratteremo brevemente i due principali anticipatori del cinema: la lanterna magica e il mondo nuovo. La lanterna magica lanterna magica La più antica descrizione di una lanterna magica risale al 1646, quando il padre gesuita Athanasius Kircher la incluse nel libro Ars Magna Lucis et Umbrae. Probabilmente però a quell'epoca lo strumento doveva essere già noto alle corti europee, importato forse dalla Cina tramite la mediazione degli arabi. La lanterna magica era costituita da una scatola con una candela dentro e una lente anteriore che proi...
Il treno nel cinema western
Film e Serie TV, Storia del Cinema

Il treno nel cinema western

Il primo film western, con tutti i suoi canoni di piena riconoscibilità, è del 1903 e si intitola The Great Train Robbery (La grande rapina al treno). Scritto, montato, diretto e forse anche interpretato da Edwin S. Porter (1870-1941) per conto della compagnia cinematografica di Thomas Edison. Il film è considerato una pietra miliare nella produzione cinematografica in quanto utilizza una serie di tecniche non convenzionali, tra cui il montaggio composito, riprese on-location e frequenti movimenti di cinepresa. La pellicola che dura appena 12 minuti è uno delle prime ad utilizzare la tecnica del montaggio incrociato, in cui due scene vengono mostrate in svolgimento simultaneo ma in luoghi diversi. Il montaggio incrociato è la tecnica che permette di passare da una scena a un'al...
Steve McQueen, la vita spericolata di un’icona hollywoodiana
Personaggi, Storia del Cinema

Steve McQueen, la vita spericolata di un’icona hollywoodiana

Alle 15.45 del 7 novembre 1980, a soli cinquanta anni, stroncato da un tumore probabilmente contratto da giovane quando era sotto le armi, moriva una delle ultime grandi espressioni dello star system hollywoodiano: Steve Mc Queen. Era la conclusione di una vita tragica e contraddittoria, sempre condotta sul filo, da un uomo segnato fin dalla nascita avvenuta a Beech Grove il 24 marzo 1930. Le origini Figlio di uno stuntman squattrinato e violento che presto lo abbandonerà, con una madre Julian, ragazza disadattata che inizierà a prostituirsi per mantenersi, passando da un uomo all'altro, il giovane Steve cresce nella sconfortante sensazione di essere solo. Semi analfabeta, il suo rapporto con l'istruzione era disastroso, probabilmente molestato da uno dei partner "scappa e...
Verified by MonsterInsights